.
Annunci online

CULTURA
14 luglio 2015
[Europa] Che schifo
Salvini: "L'Europa è una merda".
Tommaso: "Tu che lavoro fai?"
S: "Il parlamentare europeo".
T: "Hai ragione".

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. matteo salvini europa europarlamentare

permalink | inviato da inoz il 14/7/2015 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sentimenti
20 aprile 2015
[E se non bastasse] Non basterà
Affonderemo i barconi. E se non bastasse.
Raderemo al suolo le baracche-prigione sulla costa libica. E se non bastasse.
Metteremo lo zucchero nei serbatoi dei loro fuoristrada. E se non bastasse.
Bucheremo le gomme dei loro tir-carovana. E se non bastasse.
Inchioderemo a terra i piedi dei loro passeggeri. E se non bastasse.
Li sterilizzeremo tutti.
No. Non basterà.
E non pretendo lo capisca Salvini.
Mi accontenterei lo capisse la famosa Europa.
Quella che a capo della Commissione elegge un avvocato lussemburghese esperto di astuzie fiscali.
finanza
26 gennaio 2015
[Felicità] Speculare un pochino
"Ciao! Sono felice per la vittoria di Tsipras!".
"Sei comunista?"
"No, speculatore finanziario".
SOCIETA'
19 gennaio 2015
[dal Corriere Fiorentino] Le lezioni di Parigi
“Gè suì Ciarlì” dissero i primi. “No, io non ge suì Ciarlì” a breve distanza risposero altri per distinguersi. “Io gè suì qualcos’altrò” risposero altri ancora in cerca d’identità. Fino ad arrivare a quelli che “Gè suì uno dei terroristì”. Pochi, per la verità, ma ci sono stati anche costoro. A ricordarci che il mondo è un posto strano ed abitato da tante persone.

Ma essere o meno Charlie Hebdo è cogliere solo un fronte della questione; quello senza dubbio decisivo che riguarda il rapporto tra fede e libertà e tra diritto e violenza. Ma a Parigi sarebbe bene non si dimenticasse che subito dopo la redazione di un settimanale satirico, scelto come bersaglio per punire le offese al Profeta Maometto, la violenza dei fanatici armati si è rivolta contro gli ebrei. I diversi, i più odiati tra gli infedeli. Scelti come bersaglio non per vendicare qualcosa, ma per cercare ulteriore consenso fra tanti altri fanatici. Perché la logica malata di quei ragazzi ha seguito lo schema tracciatogli in testa da altri. Criminali politici che vestono panni religiosi. Ed è una logica che va compresa per poterla smontare.

Charlie Hebdo era la blasfemia. Il simbolo di un mondo di infedeli così corrotti da sacrificare sull’altare della libertà persino il Profeta. Punirli ha significato farsi mano di Allah, così l’hanno venduta. Ed un fedele obbediente tra la libertà ed Allah sa che deve scegliere il secondo.

Gli ebrei sono invece il Nemico elevato a simbolo. Completamente disumanizzati. Per giustificarne l’uccisione a malapena servono gli squallidi pretesti del conflitto arabo-israeliano, a tal punto è ormai sedimentata nella coscienza (se così si può dire) di tanti, mussulmani e non, l’idea dell’ebreo colpevole, diverso, reietto, la cui unica ragione d’esistere è quella d’essere odiato e se possibile ucciso.

Sul primo fronte si deve affrontare una sfida secolare, che richiederà non solo alla mia, ma a parecchie generazioni dopo, di essere salda nel riconoscere che l’unico spazio per poter vivere insieme è quello segnato dalla libertà di ciascuno. E che anche Allah può vivere in pace solo dove sono liberi di vivere insieme, e in pace, il dio dei cristiani, quello degli ebrei e quello, o quelli, di chiunque altro. Allah e libertà dovranno faticosamente diventare una parola sola.
Sul secondo fronte non ci stupiamo. L’Europa ha conosciuto bene il significato della parola odio. Ha conosciuto bene il meccanismo disumanizzante del fare di un gruppo il simbolo del Nemico da uccidere e sterminare. Lo si ricorda dicendo mai più.

Il 19 gennaio riparte il Treno della Memoria, destinazione Auschwitz. Chi parte e chi resta tenga bene a mente che oggi più che mai quella ebraica è anche la nostra civiltà, la nostra cultura. Fa parte di noi. Ci ha formato culturalmente. Fuori dai ghetti e dai pogrom ha contribuito a renderci ciò che siamo. Ogni sparo contro l'ebreo diverso è un colpo contro ciascuno di noi.

dal Corriere Fiorentino di domenica 18 gennaio 2015


politica interna
13 ottobre 2010
[In Europa Berlusconi non c'è] Nemmeno Il Fatto
Mi fa ridere Telese che usa sempre l'argomento: "nel resto d'Europa Berlusconi non esiste". Ecco nel resto d'Europa nemmeno Il Fatto Quotidiano esiste. Esiste in Italia. "Grazie" a Berlusconi.
sfoglia
giugno        settembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Oggigiorno tutti hanno spirito. Dovunque si va non si può fare a meno di incontrare persone intelligenti. E' divenuta una vera peste.
Oscar Wilde

Un grande libro

mailme@: tommasociuffoletti-at-gmail.com




Add to Technorati Favorites

Locations of visitors to this page


San Giovanni delle Contee Online
... un blog bucolico!


Tommaso Ino Ciuffoletti

Crea il tuo badge

Visualizza il profilo di Tommaso Ciuffoletti su LinkedIn